L’etica del denaro

23 01 2009

3. Il denaro come motivazione

L’etica del denaro

Secondo Weber, il bene supremo dell’etica del denaro è “guadagnare denaro, sempre più denaro”. Nell’etica protestante, sia il lavoro sia il denaro sono visti come fini a sé stanti. Nella new economy, il lavoro è ancora un valore autonomo, ma subordinato al denaro. Infatti, l’equilibrio tra lavoro e denaro sta lentamente pendendo a favore di quest’ultimo. Oltre a rafforzare l’importanza del denaro, la new economy analogamente potenzia l’idea di proprietà, estendendola all’informazione. Al contrario, l’etica hacker enfatizza l’apertura. Infatti, molti hacker distribuiscono apertamente i risultati della loro creatività, affinché altri li usino, testino e sviluppino ulteriormente (concetto di “copyleft”, Stallman prese il nome da una frase su un busta di una lettera ricevuta: “Copylefy: tutti i diritti capovolti”).

Il danaro come motivazione

Gli hacker sono motivati non tanto dal denaro, quanto da qualcosa di intrinsecamente interessante, allettante e piacevole. La vita sociale racchiude il bisogno di appartenenza, riconoscimento e amore.

Wozniak sostiene : “Non fare nulla nella vita se non è utile per la tua felicità. Questo è il teorema della mia vita. Davvero una formula semplice: H = F³. Felicità = cibo, divertimento e amici (Happiness = food, fun and friends). Nella terminologia di Wozniak, il cibo corrisponde alla sopravvivenza di Torvalds, gli amici alla vita sociale e il divertimento all’intrattenimento. Questo ricorda la gerarchia a cinque livelli di Abraham Maslow. Questa gerarchia viene spesso rappresentata come una piramide, il cui vertice simbolizza le nostre motivazioni più elevate. Alla base si trovano le necessità fisiologiche, il bisogno di sopravvivenza, a loro volta connesse al secondo livello, il bisogno di sicurezza. Il terzo livello richiede l’appartenenza sociale e l’amore, ed è collegato al quarto livello, il bisogno del riconoscimento sociale. Per raggiungere il livello più alto è necessaria l’autorealizzazione.

Nella comunità degli hacker le motivazioni sociali giocano un ruolo importante. Gli hacker sono motivati dalla forza del riconoscimento tra pari, che deve venire come risultato di un’azione appassionata, della creazione di qualcosa di socialmente prezioso per la comunità.

Gli hacker capitalisti

Gli hacker comprendono il fatto che in una società capitalistica è effettivamente molto difficile essere liberi, a meno di avere sufficiente capitale individuale. Alcuni hacker hanno scelto il “capitalismo hacker”. Alcuni fanno parte del capitalismo tradizionale soltanto temporaneamente fino a che non si dotano dell’indipendenza finanziaria. I significati originari dei termini capitalismo e hacker vanno in direzioni diverse e, anche se teoricamente è possibile conciliarli, la tensione viene spesso risolta in pratica abbandonando l’hacking.

L’economia del libero mercato

Un gruppo di hacker sta esplorando un nuovo tipo di economia, l’impresa open-source, sviluppando software aperto. Il free software accenna alla libertà, ma non significa necessariamente gratis. Stallman suggerisce di interpretare l’idea nel senso di “libertà di parola, non di birra gratis”. L’etica del denaro hacker di Stallman non è contraria al fare soldi, ma soltanto al fare soldi chiudendo le informazioni agli altri.

4. L’accademia e il monastero

Il modello aperto

Nel modello aperto gli hacker distribuiscono liberamente le proprie creazioni affinché altri le usino, le testino e le sviluppino ulteriormente.

Nel saggio La Cattedrale e il Bazaar, Raymond ha definito la differenza tra il modello aperto di Linux e il modello chiuso preferito dalla maggior parte delle aziende, paragonandoli al bazar e alla cattedrale. La reale innovazione di Linux è sociale e non tecnica. Raymond definisce la cattedrale come un modello in cui una o più persone progettano tutto in anticipo e poi fa realizzare il piano secondo le sue direttive, quindi lo sviluppo avviene a porte chiuse. Inoltre quando una cattedrale viene presentata nella sua forma definitiva, le sue fondamenta non possono più essere cambiate. Nel modello del bazar, invece, l’ideazione è aperta a tutti, e fin dall’inizio le idee sono messe a disposizione per essere testate dagli altri.

L’accademia e il monastero

Un’altra allegoria è possibile per il modello open-source ed è rappresentata dall’accademia, la quale assomiglia al bazar. Infatti anche gli scienziati mettono a disposizione liberamente il loro lavoro affinché gli altri lo usino, lo testino e lo sviluppino ulteriormente. Inoltre, la loro ricerca è basata sull’idea di un processo aperto e autoregolato.

Al contrario, un’altra possibile allegoria per il modello chiuso è rappresentata dal monastero, il quale non soltanto blocca le informazioni, ma è in sé anche autoritario.

Il modello hacker di apprendimento

Il metodo di apprendimento degli hacker è modellato allo stesso modo in cui si sviluppano i nuovi software ed è quindi un modello aperto. Il tipico processo di apprendimento hacker ha inizio con l’individuazione di un problema interessante, quindi lavora per risolverlo usando fonti diverse, e poi sottomettendo la soluzione a test prolungati. Un punto di forza del modello di apprendimento hacker sta nel fatto che ciò che uno di essi impara poi lo insegna agli altri.

L’accademia della Rete

Il modello di apprendimento aperto degli hacker può essere definito come “accademia della Rete”, ovvero un ambiente di apprendimento in continua evoluzione creato dagli stessi hacker. Il modello hacker influenzerebbe l’accademia della Rete nel creare una forte continuità: dallo studente principiante al più famoso dei ricercatori.

Il modello sociale

È possibile auspicare un’applicazione generale del modello hacker. Un punto fondamentale dell’hacking è quello di ricordarci che attraverso il modello aperto si possono ottenere grandissimi risultati con la cooperazione diretta degli individui.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: